#thesleepyhamlet

giovedì 25 gennaio 2018

SCOZIA: UN'ESTATE DA LIBRAIE - GIORNO 12

"It's always tea-time."

- Lewis Carrol, Alice's Adventures in Wonderland (1865)


Pottery


View from the house
Mr. Bythell
Afternoon tea


"Do you want to try the Jacuzzi?"


The old Bentley
Rosemary's toy


Mr Bythell's invention 






ROSEMARY'S TEA

E' successo davvero. Stavolta, dentro un libro, ci siamo cadute. Lo aveva detto, Rosemary, che sarebbe passata a prenderci alle quattro  e così è stato: cosa importa se la libreria è piena di gente?! Quello che ci aspetta è un afternoon tea nella migliore tradizione britannica. Complice il sole, la campagna scozzese e la casa dei coniugi Bythell, trascorriamo un pomeriggio degno delle avventure di Alice. 
Apparecchiata a dovere, su una veranda in legno che guarda il fiume, ecco la tavola più bella del secolo: merenda di biscotti, crêpes e carrot cake che al rintocco delle cinque ci viene servita assieme ad una buonissima tazza di the.   
Su un lato spunta anche un'improbabile Jacuzzi che Rosemary scoperchia, chiedendoci se la vogliamo provare. All'aperto, a settembre, in Scozia. Di fronte all'entusiasmo della moglie, le espressioni impassibili del signor David Bythell sono insuperabili. Lui inglese, Rosemary irlandese, la Scozia li ha uniti. Oltre che di Shaun il libraio, sono i genitori di altre due figlie. Rosemary non esita a mostrarci le foto e gli articoli delle riviste sul matrimonio di una di loro, sposata ad un discendente della casa reale inglese. E racconta, come solo lei sa fare, gli aneddoti. Dopo le foto, comincia a mostrarci i regali che a Natale le fa il marito: siamo sbalordite. Sono tutti piccoli marchingegni inventati da lui, assolutamente inutili ma bellissimi; tipo: l'omino di legno che fa arrivare la zolletta di zucchero nella tazza. Genio. Comincio a pensare che arriverà davvero lo Stregatto. La faccia di David Bythell in questo momento, che non ne può più di sentir parlare delle sue invenzioni, è qualcosa da vedere almeno una volta nella vita. E alla settima volta in cui la moglie gli dirà "Vorresti portare le ragazze a fare un giro sulla vecchia Bentley?", la sua risposta mi stenderà per sempre: "If they are really burning with the desire to..." detto nella sua compostezza inglese, che è anche quella con cui si alza. David, la seguiamo. 

Io vorrei che il tempo si fermasse qui, nella campagna di Wigtown.   

Nessun commento:

Posta un commento