#thesleepyhamlet

sabato 24 febbraio 2018

LA TUA LIBRERIA: MARIELLA

"Dare voce al mio silenzio è un dovere: troppe storie esistono nel silenzio e sono rimaste in silenzio, nell'attesa che qualcuno le raccogliesse."

- Elisa Springer, Il silenzio dei vivi (1997)




METODICA

La protagonista di oggi è una studentessa fuori sede, con il vantaggio di avere una doppia libreria: una in un paesino della Basilicata, nella sua casa natale, e una a Siena, dove vive ora. La sua passione per i libri è talmente forte che sceglie di laurearsi in Editoria e realizzare un sogno.
La disposizione dei volumi appare molto ordinata ed è un piacere per la vista notare che, soprattutto nella prima foto, ci sono blocchi di colore che catturano... Ci sveli qual'è il tuo metodo di collocazione, Mariella?

Intanto, le tre scelte di lettura:

1. ORGOGLIO E PREGIUDIZIO 
Jane Austen (1813)
Torna per la seconda volta la Austen nella nostra rubrica. E torna con lo stesso testo. Che dire? Se non l'avete ancora letto, è il momento; anche solo per apprezzare, con ironia, l'eterna differenza tra superficiale ed essenziale.

2. IL SILENZIO DEI VIVI
Elisa Springer (1997)
Un testo forte. La protagonista viene salvata dalla camera a gas da un Kapò e riesce a fuggire da Auschwitz. Ritroverà le parole per dar voce all'esperienza solo quando il figlio, ventenne, chiederà di sapere. Parole che testimoniano, liberano, trasmettono.

3. I CIGNI DI LEONARDO
Karen Essex (2006)
Romanzo storico. Due sorelle di grande rilievo: Isabella e Beatrice d'Este. Attraverso gli occhi di una delle due si rivivono intrighi di corte e passioni travolgenti del Rinascimento. Il Leonardo del titolo è da Vinci, il cui destino s'intreccia alla casa d'Este.

Grazie Mariella, per i complimenti che hai fatto al blog e per le tue condivisioni. Proprio domenica scorsa ho partecipato al primo di una serie d'incontri sulle donne estensi (https://www.caffedistretto.it/i-te-con-le-donne-estensi) e sono rimasta affascinata dalle figure straordinarie di Isabella e Beatrice. A questo punto il tuo consiglio risulta prezioso perché nel chiedermi che romanzo potessi leggere su di loro, la risposta è arrivata da te. Il destino tesse davvero degli intrecci inaspettati.

Nessun commento:

Posta un commento